Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 13-07-2018

ARTIGLIO DEL DIAVOLO
Harpagophytum procumbens (Burch.) DC.



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno:
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Ordine: Lamiales
Famiglia: Pedaliaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Arpagofito, Woodspider, Devil´s claw, Grapple plant, Wood spider, Griffe du diable, Veld spider, Sengaparile, Legatapitsi, Leeudoring, Wolwedoring, Kloudoring, Duiwelsdoring, Bobbejaanklou, Veld spinnekop

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Harpagophytum Procumbens (Burch.) DC Ex Meisn. Subsp. Procumbens, Harpagophytum Procumbens (Burch.) DC Ex Meisn. Subsp. Transvaalense Ihlenf. & HEK Hartmann

HABITAT
Harpagophytum procumbens subsp. procumbens si trova nella maggior parte della Namibia, ad eccezione delle parti più settentrionali, nordorientali e occidentali, del Botswana e del Sudafrica. Nel secondo cresce nelle province del Nord-Ovest, dello stato libero occidentale e del Capo Nord. La sottospecie il transvaalense si trova solo nell'estremo nord della provincia di Limpopo. L'artiglio del diavolo cresce principalmente nel bioma della savana ed è associato principalmente con sabbia secca sulla profonda sabbia del Kalahari. Di solito occupa pianure, basi di dune e interduniti. I terreni sono generalmente sabbiosi ma possono essere rocciosi. Sono generalmente poveri di nutrienti, spesso con calce. Le piante possono probabilmente resistere al gelo poiché sono geofite, essendo dormienti in inverno. La distribuzione è spesso irregolare.

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
LIANA PROSTRATA ERBACEA PERENNE CON UN GRUPPO DI TUBERI SECONDARI DI STOCCAGGIO, CON FIORI A FORMA DI TROMBA E FRUTTI CON UNCINI LEGNOSI APPUNTITI

FIORITURA O ANTESI
Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Fine Primavera, Estate

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ FUCHSIA
________ PORPORA
________ ROSSO


DROGA UTILIZZATA
RADICE SECONDARIA (TUBERO)

PRINCIPI ATTIVI
Glicosidi iridoidi (principalmente arpagoside, harpagide e procumbide)

SAPORE
AMARO

TOSSICITÀ
BASSA

CONTROINDICAZIONI
NON USARE IN GRAVIDANZA PER POSSIBILE AZIONE SULLA MUSCOLATURA UTERINA, IN ALLATTAMENTO, IN CASO DI ULCERA GASTRICA O DUODENALE, NELLA CALCOLOSI BILIARE. IN SOGGETTI SENSIBILI ALTE DOSI POSSONO PROVOCARE DIARREA. A DOSI DI 1-2 G SI PUÒ AVERE INTOLLERANZA GASTRICA.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS)
FARMACI CORTISONICI
FARMACI IPOTENSIVI

EFFICACIA TERAPEUTICA
NORMALE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
CAVO ORO-FARINGEO
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
CUORE
FEGATO E VIE BILIARI
MUCOSE NASALI
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI UDITIVI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
PANCREAS
SANGUE
SENI PARANASALI
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO ENTERICO
STOMACO
TENDINI
TUBO GASTRO-ENTERICO
VASI SANGUIGNI
VIE AEREE SUPERIORI

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKARTRITE REUMATOIDE O REUMATISMO CRONICO PRIMARIO
ooKINFEZIONI (OSTEO-ARTICOLARI)
ooKREUMATISMI E DOLORI REUMATICI
ooKRINITE - RAFFREDDORE O CÒRIZZA
ooKSINUSITE E RINOSINUSITE
+++ANTISETTICO
+++ARTRITE
+++ARTROSI E OSTEOARTROSI
+++DIATESI ARTRITICA
+++PERIARTRITE
+++TENDINITE E FIBROSITE
++ACUFENE
++COLAGOGO
++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
++DIGESTIVO EUPEPTICO STOMACHICO
++DISPEPSIA O CATTIVA DIGESTIONE
++INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
+ARITMIE CARDIACHE E PALPITAZIONI (ANTIARITMICO CARDIACO)
+COLERETICO
+DIABETE MELLITO
+GLICEMIA (IPOGLICEMIZZANTE)
+SPASMI E DOLORI SPASMODICI DI VARIA NATURA
+SPASMOLITICO ANTISPASMODICO

ERBE SINERGICHE
CANAPA ACQUATICA
EQUISETO
ERIGERON
GINSENG
OLMARIA
PARTENIO
PASSIFLORA INCARNATA
PILOSELLA
PUNGITOPO
RIBES NERO
ROSMARINO
SALICE
ZENZERO

ESTRATTI
  • Artiglio del diavolo nebulizzato
    = Estratto acquoso dosato al 2.5% in arpagosideRapporto nebulizzato-droga secca = 1:3250-500 mg per cps
  • Artiglio del diavolo Tintura Madre
    Preparata dalle radici secondarie raccolte in autunno tit.alcol.45° L gtt 3 volte al giorno
  • Artiglio del diavolo Tisana
    Titolo F.U. iridoidi totali=>1.8% di cui arpagoside=>80%Infuso: 1.5-4.5 g in 300 ml di acqua per 8 ore a temperatura ambiente. In 3 volte nella giornata

  • TISANE O COMPOSIZIONI
    TISANA COLESTEROLO E TRIGLICERIDI
    TISANA SINDROMI REUMATICHE

    NOTE DI FITOTERAPIA
    Pare che l'azione antiinfiammatoria si abbia per dosi non inferiori a 1-2 g dell'estratto secco per tre volte al giorno; per contro è bene controllare l'aumento delle secrezioni gastriche e la possibile gastrolesività indotta nei soggetti sensibili.


    Sorveglianza alle reazioni avverse
    PIANTA SEGNALATA



    ANNOTAZIONI
    La pianta è originaria del deserto del Kalahari. Gli animali - quando si feriscono sulle sporgenze delle radici - simili ad artigli - si agitano tanto dal dolore da sembrare indemoniati; da qui il nome ´Artiglio del diavolo´



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Foto o Immagine modificata per uso didattico

    Photo by Avenant PL

    Photo by Avenant PL

    Photo by Van Wyk B.-E.

    Photo by Van Wyk B.-E.

    Photo by Botha R.


    Foto e Immagini
    di ARTIGLIO DEL DIAVOLO
    su