Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 15-10-2019

BARDANA
Arctium Lappa L.



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Sottofamiglia: Cichorioideae
Tribù: Cardueae
Sottotribù: Carduinae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Bardana comune, Bardana minore, Capelazzi, Fàrfara, Gette, Lappoa, Lavassa, Lov, Napoletìn, Spina-buoi, Taccamà, Appa, Attaccalana, Cardelli, Farfaraccio, Intreccia capille, Lappola, Parenti, Scarpune, Zullit, Dapaza, Ingaizzi, Pizzicaruolo, Cappeddu di porcu, Guddizzùni, Bardu tumbàrigu, Cardu tingiosu, Cima de rani, Cuschusoni, Pitzigulosu, Personata, Bardena, Lappa, Lappola, Greater Burdock, Beggar´s buttons, Great bur, Grande bardane, Lapa, Bardana-maior, Clotbur, Bardane, Bolstern, Chläbere, Haarballe, Haarwachswürze, Haarwuchswurz, Große Klette, Japanese godo

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Lappa major Gaertner, Arctium majus Bernh., Lappa officinalis Coste., Lappa officinalis All., Lappa vulgaris Hill., Arctium major Bernh., Lappa officinalis All.

HABITAT
Originaria in Europa, Africa, Nord Asia, fu introdotta casualmente nel Continente Americano. Terreno di scarto, Preferisce terreni calcarei abbandonati e di scarto ma si trova anche in prati e boschi.

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA BIENNALE O PERENNE ALTA FINO A 3 M. CON GRANDI FOGLIE MOLLI VERDI E PELOSE A FORMA DI CUORE; SOTTO - FUSTO SOLCATO RAMIFICATO E CAPOLINI GLOBOSI CON FIORI TUBULOSI ROSEI O ROSEO-VIOLACEI RIUNITI IN RACEMI. LE BRATTEE DELL'INVOLUCRO SONO DOTATE DI UNCINI E GLI ACHENI VENGONO SPARSI PER DISTACCO DELL'INTERA INFRUTTESCENZA.

FIORITURA O ANTESI
Luglio, Agosto, Settembre, Estate, Inizio Autunno

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ AZZURRO-VIOLETTO
________ GIALLO-DORATO
________ ROSSO-ARANCIO


PERIODO BALSAMICO
Ottobre, Novembre, Dicembre, Autunno, Inizio Inverno

DROGA UTILIZZATA
RADICE RACCOLTA AL PRIMO ANNO PRIMA DELLA FIORITURA O NEL TARDO AUTUNNO

PRINCIPI ATTIVI
Inulina, composti poliinsaturi, acidi palmitico stereatico caffeico clorogenico, fitosteroli, vitamine del gruppo B, mucillagini; nella foglia: arctiopirina, lattone sesquiterpenico.

SAPORE
AMARO

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
CONTROINDICATA SOLO IN CASO DI ALLERGIA ALLE COMPOSITE. NON USARE IN GRAVIDANZA PER POSSIBILE AZIONE SULLA MUCOSA UTERINA.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI IPOGLICEMIZZANTI ORALI

EFFICACIA TERAPEUTICA
DIPENDENTE DALLE SPECIFICHE E DALLE FORME TERAPEUTICHE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
CUOIO CAPELLUTO
CUORE
FEGATO E VIE BILIARI
GHIANDOLE SEBACEE
INTESTINO
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
PANCREAS
RENI
SANGUE
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA IMMUNITARIO
TESSUTO CUTANEO
TUTTO IL CORPO
VASI SANGUIGNI
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKALIMENTO
?COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
?DIABETE MELLITO
+++ACNE (DEPURATIVO)
+++ALOPECIA O AREA E DEBOLEZZA DEI CAPELLI
+++DEPURATIVO DRENANTE
+++FORUNCOLOSI
+++SEBORREA
+++TRICOFILO
++ANTISETTICO
++COLERETICO
++CROSTA LATTEA
++DERMATOSI
++DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO
++DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO (USO ESTERNO)
++DIAFORETICO O SUDORIFERO
++DIURETICO
++DIURETICO URICOLITICO
++FEBBRE O IPERTERMIA
++GOTTA
++LASSATIVO PURGANTE BLANDO
++MICOSI
++PSORIASI
++STITICHEZZA O STIPSI
++URICEMIA (IPOURICEMIZZANTE)
+ANTITUMORALE [RITARDANTE LA PROLIFERAZIONE]
+COLAGOGO
+ECZEMA
+GLICEMIA (IPOGLICEMIZZANTE)
+INSUFFICIENZA CIRCOLATORIA E VENOSA
+INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
+REUMATISMI E DOLORI REUMATICI
+STIMOLANTE CIRCOLAZIONE SANGUE
+TUMORE MALIGNO o CANCRO

Proprietà antitumorali per Arctium Lappa L.

ERBE SINERGICHE
CANAPA ACQUATICA
CARCIOFO
FRASSINO SPINOSO
GALEGA
ORTICA
ROMICE
SALSAPARIGLIA
VERGA D´ORO

ESTRATTI
  • Bardana Estratto Fluido
    1 g=XXXI gtt 1 cucchiaino 2-3 volte al giorno
  • Bardana Estratto Secco
    100-200 mg per capsula
  • Bardana Tisana
    Decotto: 5 g di radice lasciata in macerazione per qualche ora in 1/2 lt. di acqua fredda e poi bollita per 1/2 ora. Filtrare In 3 volte nella giornata
  • Bardana Tintura Madre
    Preparata dalla radice fresca raccolta nell´autunno del primo anno o nella primavera successiva. prima della fioritura tit.alcol.55° L gtt 3 volte al giorno

  • TISANE O COMPOSIZIONI
    TISANA DEPURATIVA ACNE
    TISANA GOTTA

    Vino di Bardana
    Far macerare per 6 giorni, in un litro di buon vino bianco di buona gradazione alcolica, grammi 50 di radice di Bardana. Agitare almeno una volta tutti i giorni, indi filtrare. Consumarne tre bicchierini da marsala al giorno.
    Si consiglia di sentire il proprio medico prima di assumere questo preparato e di evitarne l'uso in caso di divieto di assunzione di bevande alcoliche.
    [Tratto da: I Vini Medicinali - Eraclio Fiorani, Roberto Fedecostante - Edizioni CHI-NI Macerata]

    NOTE DI FITOTERAPIA
    Per l´acne e la foruncolosi è consigliabile usare l'oleolito nell'uso esterno o la Tintura Madre. Il succo della radice fresca possiede proprietà antimutagene. Non esiste documentazione scientifica per l´impiego in dislipidemie e diabete, tuttavia l'uso orale costante può risultare ipoglicemizzante.



      PIANTA MELLIFERA

    CARATTERISTICHE DEL MIELE
    Permette alle api una raccolta abbondante sia di miele che di polline

    FITOALIMURGIA (uso in cucina)
    Fusti florali giovani, piccioli e peduncoli florali:
     • fritti in pastella
    Germogli teneri primaverili:
     • lessati e conditi
     • in minestre e minestroni
    Radici:
     • macinate per purè
     • cotte in minestre e minestroni
     • fritta a tocchetti
     • grattugiata come la carota condita con olio e limone

    UTILE DA SAPERE
    PIANTE DEPURATIVE E DRENANTI
    Per combattere disordini biologici e metabolici che accompagnano certe affezioni cutanee è estremamente importante favorire l'eliminazione delle tossine da parte dell'organismo, attraverso quelli che possono essere considerati gli emuntori naturali: fegato, reni, intestino, pelle in quanto il loro funzionamento difettoso ostacola l'eliminazione delle tossine prodotte dall'organismo. Con l'attività generalizzata sulle ghiandole emuntorie o elettiva su alcuni organi come la pelle, certe piante sono in grado di potenziarne il loro potere filtrante aumentando quindi l'eliminazione degli elementi tossici dal sangue. Non a caso la medicina popolare prescrive "cure depurative primaverili" o "depurativi del sangue" per quelle persone che soffrono di foruncolosi, acne, sfoghi della pelle, disordini epatobiliari, infiammazioni, ecc. Le piante depurative sono associabili e sinergiche tra loro. Viola tricolore, Bardana, Dulcamara, Olivo, Carciofo, Ribes nero, Fumaria, Tarassaco, Frassino spinoso, per esempio, rinforzano a vicenda la loro azione terapeutica e sono efficaci in tutte le forme di eruzioni cutanee.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"

    ANNOTAZIONI
    Il nome botanico ha una sua etimologia: arctium deriva dal greco arctos:orso che allude alla pelosità della pianta; lappa dal greco labein:attaccarsi per la capacità dei frutti di attaccarsi al pelo degli animali.
    Questa particolare caratteristica delle squame uncinate del fiore pare che abbia ispirato l'invenzione del velcro.

    Nel medioevo la parola Bardana designava anche la Tussilago Farfara. I contadini curavano le forme catarrali dell´apparato respiratorio avvolgendo i piedi con foglie di bardana e provocandone la traspirazione; curiosità: proprio sulla pianta dei piedi si trova un punto che - in agopuntura - viene stimolato per calmare la tosse.



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Foto o Immagine modificata per uso didattico

    Photo by Arnoldo Mondadori Editore SpA

    Photo by Breithaupt J.

    Autore: A.Tucci

    Autore: A.Tucci

    Autore: E.De Leo

    Autore: E.De Leo


    Foto e Immagini
    di BARDANA
    su