© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 28-07-2017

OLIVO
Olea europaea L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Scrophulariales
Famiglia: Oleaceae
Tribù: Oleeae
Sottotribù: Oleinae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Ulivo, Olivastro, Ramoliva, Termite, Ollastru, Oliver, Olive tree, African Olive, Common Olive, Olive-Leaf, True Olive, Oliivi

...altri nomi su Gernot Katzer's Spice pages

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Olea europaea alfa oleaster L. (selvatici) , Olea europaea beta sativa (DC.) Hoffgm. et Lk.(domestici), Olea silvestris Mill., Olea europaea L. subsp. europaea, Olea europaea L. var. europaea

HABITAT
L'olivo diffuso in tutta l'area mediterranea. Pianta robusta e longeva, vegeta fino a 900m slm e tollera molto bene la salinit. Predilige territori asciutti e climi secchi su terreni poco rocciosi, tuttavia sensibile alle gelate.

DESCRIZIONE BOTANICA
ALBERO SEMPREVERDE ALTO FINO A 15M, SEMPREVERDE, LONGEVO, CON RADICI INIZIALMENTE A FITTONE ED IN SEGUITO SUPERFICIALI DI TIPO AVVENTIZIO MA MOLTO ESTESE. TRONCO NODOSO, IRREGOLARE E SPESSO CAVO. FOGLIE CORIACEE, LANCEOLATE ACUMINATE CON BREVE PICCIOLO, CON PAGINA SUPERIORE VERDE-OPACA ED INFERIORE VERDE-GRIGIASTRA ARGENTATA. HA INFIORESCENZE IN PICCOLE PANNOCCHIE ASCELLARI CHE PORTANO FIORI ERMAFRODITI CON CALICE A 4 DENTI E COROLLA A IMBUTO FORMATA DA 4 PETALI BIANCHI SALDATI TRA LORO E 2 STAMI SPORGENTI. LE OLIVE (I FRUTTI), DI COLORE DAL GIALLO-VERDE AL NERO-VIOLACEO, HANNO UN NOCCIOLO LEGNOSO E AFFUSOLATO E LA POLPA OLEOSA.

TUTTI I COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ BIANCO
________ BIANCO-GIALLASTRO
________ BIANCO-VERDASTRO
________ GIALLOGNOLO


PERIODO BALSAMICO
Marzo

DROGA UTILIZZATA
FOGLIE

SAPORE
AMARO

PRINCIPI ATTIVI
Sostanza amara (oleuropeina), lattone insaturo, acido oleanolico, chinone, vitamina K2, acidi malico, tartarico, glicolico, lattico, glucosidi, enzimi, lipasi, perossidasi e emulsina, colina, tannino, cere, mannitolo.

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI ECCETTO IPERSENSIBILITA INDIVIDUALE. ASSUMERE I PREPARATI DI OLIVO DURANTE O DOPO I PASTI.

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ANO
ARTERIE CORONARIE
CAPEZZOLI E AREOLE
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
CUORE
FEGATO E VIE BILIARI
INTESTINO
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI UDITIVI
PANCREAS
RENI
SANGUE
SENO - GHIANDOLE MAMMARIE
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA IMMUNITARIO
STOMACO
TESSUTO CUTANEO
TUBO GASTRO-ENTERICO
TUTTO IL CORPO
VASI SANGUIGNI
VASI SANGUIGNI PERIFERICI
VENE EMORROIDARIE
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
ooKALIMENTO
ooKOTITE
+++CALCOLOSI BILIARE CISTIFELLEA E VIE BILIARI
+++COLECISTOCINETICO
+++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
+++DEPURATIVO DRENANTE
+++DIABETE MELLITO
+++GLICEMIA (IPOGLICEMIZZANTE)
+++IPERTENSIONE ARTERIOSA (IPOTENSIVO PERIFERICO)
++ANTIEMORROIDARIO (USO ESTERNO)
++ANTISETTICO (USO ESTERNO)
++COLAGOGO
++COLERETICO
++DIGESTIVO EUPEPTICO STOMACHICO
++DISPEPSIA O CATTIVA DIGESTIONE
++DIURETICO
++FEBBRE O IPERTERMIA
++INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
++LASSATIVO PURGANTE LUBRIFICANTE (VA USATO LOLIO)
++RAGADI AL SENO
++RAGADI ANALI
++STITICHEZZA O STIPSI
++VASODILATATORE CORONARICO
+ARITMIE CARDIACHE E PALPITAZIONI (ANTIARITMICO CARDIACO)
+CORONAROPATIE
+DERMATOSI
+DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO (USO ESTERNO)
+ERETISMO CARDIACO
+SPASMI E DOLORI SPASMODICI DI VARIA NATURA
+SPASMOLITICO ANTISPASMODICO


TISANE O COMPOSIZIONI
TISANA COLESTEROLO E TRIGLICERIDI
IMPACCHI EMORROIDI
TISANA GLICEMIA
TISANA IPERTENSIONE
IMPACCO OTITE

ERBE SINERGICHE
ACHILLEA MILLEFOGLIE
BIANCOSPINO
CARCIOFO
CARDIACA
FRASSINO SPINOSO
PASSIFLORA INCARNATA
UVA URSINA
VALERIANA OFFICINALE
VALERIANA ROSSA

ESTRATTI:
  • Olivo Estratto Fluido
    3-5 g al giorno
  • Olivo Tisana
    Apozema: decotto di 20 foglie fresche in 300 g di acqua fino a ridirla a 200 g. Dolcificare e bere mattino e sera. Infuso: al 3-10 per mille Decotto per uso esterno: al 6%
  • Olivo Tintura Madre
    Preparata dal ramo fogliato fresco raccolto in primavera tit.alcol.65 XL gtt 3 volte al giorno

  • MONOGRAFIA SU OLIVO

    NOTE DI FITOTERAPIA
    Lolio di olive ha propriet colagoga, colecistocinetica, eudermica, anticolesterolemica, vitaminica, riepitelizzante, antiulcera, protettivo antiacido delle mucose gastriche e favorisce leliminazione dei calcoli biliari. Alcuni componenti delle foglie fresche -sperimentalmente- si sono dimostrate ipoglicemizzanti, ipocolesterolemizzanti ed ipotensive.


    Pianta segnalata su



    FITOALIMURGIA (uso in cucina)
    Si rimanda a rubriche pi complete data la grande variet dell'uso dell'olio e dei frutti.

    UTILE DA SAPERE
    PIANTE DEPURATIVE E DRENANTI
    Per combattere disordini biologici e metabolici che accompagnano certe affezioni cutanee estremamente importante favorire l'eliminazione delle tossine da parte dell'organismo, attraverso quelli che possono essere considerati gli emuntori naturali: fegato, reni, intestino, pelle in quanto il loro funzionamento difettoso ostacola l'eliminazione delle tossine prodotte dall'organismo. Con l'attivit generalizzata sulle ghiandole emuntorie o elettiva su alcuni organi come la pelle, certe piante sono in grado di potenziarne il loro potere filtrante aumentando quindi l'eliminazione degli elementi tossici dal sangue. Non a caso la medicina popolare prescrive "cure depurative primaverili" o "depurativi del sangue" per quelle persone che soffrono di foruncolosi, acne, sfoghi della pelle, disordini epatobiliari, infiammazioni, ecc. Le piante depurative sono associabili e sinergiche tra loro. Viola tricolore, Bardana, Dulcamara, Olivo, Carciofo, Ribes nero, Fumaria, Tarassaco, Frassino spinoso, per esempio, rinforzano a vicenda la loro azione terapeutica e sono efficaci in tutte le forme di eruzioni cutanee.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"

    ANNOTAZIONI
    Lolivo selvatico ha i rami spinosi, gli olivi domestici si dividono in olivastri, olivi mezzani e olivi frantoiani. Questi ultimi sono le piante che forniscono i frutti pi grossi da cui si ricava lolio.


    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT



    Autore: A.Tucci



    Autore: A.Tucci






    Foto e Immagini
    di OLIVO su