Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 04-07-2018

CRISANTELLO
Chrysantellum indicum DC. subsp. Afroamericanum B. L. Turner



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Tribù: Heliantheae
Sottotribù: Coreopsidinae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Crisantemo Americano, Crisantemo D'oro, Camomilla D'oro

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Chrysanthellum "americanum" (vedi note), Hinterhuberia kotschyi Sch.-Bip. ex Hoscht, Adenospermum tuberculatum H. & A., Plangiocheilus erectus rusby, Adenocarpum tuberculatum D.Don ex Hook. & Arn., Chrysanthellum argentinum Ariza & Cerana, Chrysanthellum boliviense Sch.Bip., Chrysanthellum weberbaueri I.C.Chung

HABITAT
Originario di Perù e Bolivia fu introdotto anche in Africa. Si trova soprattutto in luoghi montani ma anche su altopiani e savana africani. Presso ruderi, luoghi incolti, strade abbandonate e in prossimità di pozze d'acqua poco profonde. Preferisce terreni silicei o di laterite. Il suo ciclo vegetativo è legato alla stagione delle piogge.

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA PICCOLA DA 10 A 30 CM, CON RAMI PROSTRATI, ASCENDENTI O ERETTI. LE FOGLIE CAULINE ALTERNE, BI-TRIPENNATE HANNO LUNGHI PICCIOLI, QUELLE INFERIORI CON UNA GROSSA NERVATURA MEDIANA E PUNTA SOTTILE ALL'ESTREMITÀ, SONO RACCOLTE A ROSETTA NEGLI ESEMPLARI GIOVANI. I PICCOLI FIORI DI COLORE GIALLO ARANCIO DIVENTANO PIÙ GRANDI CON LA CRESCITA DEI FRUTTI E SONO POSTI SU UN PEDUNCOLO DI 5-6 CM. I FRUTTI SONO ACHENI BRUNI, PIATTI, BORDATI DA UN'ALA CHIARA.

FIORITURA O ANTESI
Alla fine della stagione delle piogge

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ GIALLO
________ GIALLO-ARANCIO
________ GIALLO-CHIARO
________ GIALLO-DORATO


PERIODO BALSAMICO
Dopo la fioritura

DROGA UTILIZZATA
SOMMITÀ FIORITE

PRINCIPI ATTIVI
Acidi clorogenico e caffeico, crisantellina A e B (saponine), flavonoidi, acidi polifenolici, diterpeni, sesquiterpeni, sali minerali, olio essenziale.

ERBA ALTERNATIVA
CRISANTELLO

TOSSICITÀ
BASSA

CONTROINDICAZIONI
CONTROINDICATO IN GASTRITE E ULCERA O IPERSENSIBILITÀ INDIVIDUALE.

AVVERTENZE
PUÒ PROVOCARE REAZIONI ALLERGICHE E IRRITAZIONE DELLA MUCOSA GASTROINTESTINALE.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
ACIDO ACORBICO
FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS)

EFFICACIA TERAPEUTICA
NON CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ANO
BOCCA
CELLULE
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
CUORE
FEGATO
FEGATO E VIE BILIARI
GHIANDOLE SALIVARI
GHIANDOLE SURRENALICHE
INTESTINO
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
RENI
SANGUE
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (NEUROVEGETATIVO)
SISTEMA NERVOSO ENTERICO
STOMACO
TUBO GASTRO-ENTERICO
TUTTO IL CORPO
VASI SANGUIGNI
VASI SANGUIGNI CAPILLARI
VENE
VENE EMORROIDARIE
VESCICA URINARIA
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKEPATOPROTETTORE ANTIEPATOTOSSICO DEL FEGATO
ooKINSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
+++ANTIOSSIDANTE
+++CALCOLOSI BILIARE CISTIFELLEA E VIE BILIARI
+++CALCOLOSI SALIVARE
+++CALCOLOSI URINARIA RENI E VESCICA
+++CIRROSI EPATICA
+++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
+++EPATITE
+++INFIAMMAZIONI
+++INTOSSICAZIONI E AVVELENAMENTI ANCHE DA ALCOL
++ADATTOGENO
++COLAGOGO
++COLERETICO
++EDEMI E VERSAMENTI
++METEORISMO FLATULENZA E FERMENTAZIONI INTESTINALI
++SPASMOLITICO VIE RENALI E FAVORENTE L´ESPULSIONE DI CALCOLI
+ANTISETTICO
+DIGESTIVO EUPEPTICO STOMACHICO
+DISPEPSIA O CATTIVA DIGESTIONE
+EMORROIDI
+FLEBITE E VENE VARICOSE
+FLEBOTONICO
+FRAGILITÀ CAPILLARE (APP.CIRCOLATORIO)
+GOTTA
+INSUFFICIENZA CIRCOLATORIA E VENOSA
+SPASMOLITICO ANTISPASMODICO
+STEATOSI EPATICA (NON ALCOLICA)
+STIMOLANTE CIRCOLAZIONE SANGUE
+STIMOLANTE L´ATTIVITÀ SURRENALICA
+VASOPROTETTORE CAPILLAROTROFO

NOTE DI FITOTERAPIA
L´efficacia terapeutica non è mai stata dimostrata tuttavia gli estratti del Crisantello pare abbiano moltissima efficacia come preventivo nella litiasi ossalica, così come nell'ipercolesterolemia e nelle malattie epatiche grazie all'azione antiepatotossica combinata con il contenuto di antiossidanti.



ANNOTAZIONI
Il Chrysanthellum americanum (L.) Vatke o Chrysanthellum procumbens Rich. ex. Pers. è una specie molto vicina e simile al Chrysantellum indicum DC. subsp. Afroamericanum B. L. Turner, tanto da essere considerata alla stessa stregua dalla fitoterapia. Tuttavia è stata specificata la differenza etnobotanica in questo documento del U.S. Food and Drug Administration.



BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

   

REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

Image by Bluebell1

Image by Chezmarie


Foto e Immagini
di CRISANTELLO
su