Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


CRISANTELLO
Chrysantellum indicum DC. subsp. Afroamericanum B. L. Turner



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Tribù: Heliantheae
Sottotribù: Coreopsidinae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Crisantemo Americano, Crisantemo D'oro, Camomilla D'oro

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Chrysanthellum "americanum" (vedi note), Hinterhuberia kotschyi Sch.-Bip. ex Hoscht, Adenospermum tuberculatum H. & A., Plangiocheilus erectus rusby, Adenocarpum tuberculatum D.Don ex Hook. & Arn., Chrysanthellum argentinum Ariza & Cerana, Chrysanthellum boliviense Sch.Bip., Chrysanthellum weberbaueri I.C.Chung

HABITAT
Originario di Perù e Bolivia fu introdotto anche in Africa. Si trova soprattutto in luoghi montani ma anche su altopiani e savana africani. Presso ruderi, luoghi incolti, strade abbandonate e in prossimità di pozze d'acqua poco profonde. Preferisce terreni silicei o di laterite. Il suo ciclo vegetativo è legato alla stagione delle piogge.

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA PICCOLA DA 10 A 30 CM, CON RAMI PROSTRATI, ASCENDENTI O ERETTI. LE FOGLIE CAULINE ALTERNE, BI-TRIPENNATE HANNO LUNGHI PICCIOLI, QUELLE INFERIORI CON UNA GROSSA NERVATURA MEDIANA E PUNTA SOTTILE ALL'ESTREMITÀ, SONO RACCOLTE A ROSETTA NEGLI ESEMPLARI GIOVANI. I PICCOLI FIORI DI COLORE GIALLO ARANCIO DIVENTANO PIÙ GRANDI CON LA CRESCITA DEI FRUTTI E SONO POSTI SU UN PEDUNCOLO DI 5-6 CM. I FRUTTI SONO ACHENI BRUNI, PIATTI, BORDATI DA UN'ALA CHIARA.

FIORITURA O ANTESI
Alla fine della stagione delle piogge

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ GIALLO
________ GIALLO-ARANCIO
________ GIALLO-CHIARO
________ GIALLO-DORATO


PERIODO BALSAMICO
Dopo la fioritura

DROGA UTILIZZATA
SOMMITÀ FIORITE

PRINCIPI ATTIVI
Acidi clorogenico e caffeico, crisantellina A e B (saponine), flavonoidi, acidi polifenolici, diterpeni, sesquiterpeni, sali minerali, olio essenziale.

ERBA ALTERNATIVA
CRISANTELLO

TOSSICITÀ
BASSA

CONTROINDICAZIONI
CONTROINDICATO IN GASTRITE E ULCERA O IPERSENSIBILITÀ INDIVIDUALE.

AVVERTENZE
PUÒ PROVOCARE REAZIONI ALLERGICHE E IRRITAZIONE DELLA MUCOSA GASTROINTESTINALE.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
ACIDO ACORBICO
FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS)

EFFICACIA TERAPEUTICA
DUBBIA O NON CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ANO
BOCCA
CELLULE
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
CUORE
FEGATO
FEGATO E VIE BILIARI
GHIANDOLE SALIVARI
GHIANDOLE SURRENALICHE
INTESTINO
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
RENI
SANGUE
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (NEUROVEGETATIVO)
SISTEMA NERVOSO ENTERICO
STOMACO
TUBO GASTRO-ENTERICO
TUTTO IL CORPO
VASI SANGUIGNI
VASI SANGUIGNI CAPILLARI
VENE
VENE EMORROIDARIE
VESCICA URINARIA
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKEPATOPROTETTORE ANTIEPATOTOSSICO DEL FEGATO
ooKINSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
+++ANTIOSSIDANTE
+++CALCOLOSI BILIARE CISTIFELLEA E VIE BILIARI
+++CALCOLOSI SALIVARE
+++CALCOLOSI URINARIA RENI E VESCICA
+++CIRROSI EPATICA
+++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
+++EPATITE
+++INFIAMMAZIONI
+++INTOSSICAZIONI E AVVELENAMENTI ANCHE DA ALCOL
++ADATTOGENO
++COLAGOGO
++COLERETICO
++EDEMI E VERSAMENTI
++METEORISMO FLATULENZA E FERMENTAZIONI INTESTINALI
++SPASMOLITICO VIE RENALI E FAVORENTE L´ESPULSIONE DI CALCOLI
+ANTISETTICO
+DIGESTIVO EUPEPTICO STOMACHICO
+DISPEPSIA O CATTIVA DIGESTIONE
+EMORROIDI
+FLEBITE E VENE VARICOSE
+FLEBOTONICO
+FRAGILITÀ CAPILLARE (APP.CIRCOLATORIO)
+GOTTA
+INSUFFICIENZA CIRCOLATORIA E VENOSA
+SPASMOLITICO ANTISPASMODICO
+STEATOSI EPATICA (NON ALCOLICA)
+STIMOLANTE CIRCOLAZIONE SANGUE
+STIMOLANTE L´ATTIVITÀ SURRENALICA
+VASOPROTETTORE CAPILLAROTROFO

NOTE DI FITOTERAPIA
L´efficacia terapeutica non è mai stata dimostrata tuttavia gli estratti del Crisantello pare abbiano moltissima efficacia come preventivo nella litiasi ossalica, così come nell'ipercolesterolemia e nelle malattie epatiche grazie all'azione antiepatotossica combinata con il contenuto di antiossidanti.

ANNOTAZIONI
Il Chrysanthellum americanum (L.) Vatke o Chrysanthellum procumbens Rich. ex. Pers. è una specie molto vicina e simile al Chrysantellum indicum DC. subsp. Afroamericanum B. L. Turner, tanto da essere considerata alla stessa stregua dalla fitoterapia. Tuttavia è stata specificata la differenza etnobotanica in questo documento del U.S. Food and Drug Administration.



BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

   



Image by Bluebell1

Image by Chezmarie


Altre Foto e Immagini di CRISANTELLO su