Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 04-07-2018

CASTAGNO
Castanea sativa Miller



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Hamamelidae
Ordine: Fagales
Famiglia: Fagaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Sweet chestnut, American chestnut leaves, Chataigner commun, Marronier, Aila, ægte kastanie, Castaneae folium, Castanheiro vulgar, Chataignier, Chestnut, Congo stick, Edelkastanie, European chestnut

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Castanea vesca Gaertn., Castanea dentata (Marsh.) Borkh., Castanea americana Raf. Castanea vulgaris Lamk. Fagus castanea L. Castanea sylvestris Tourn. (selvatica) Castanea vulgaris Lam., Fagus castanea L.

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
ALBERO DECIDUO ALTO FINO A 30 M CON GRANDI FOGLIE GLABRE. IL NOTISSIMO FRUTTO (MARRONE) è UNA NOCE FORMATA DA SEI CARPELLI CON UN SEME SOLO. IL RICCIO è UN INVOLUCRO SPINOSO CHE CONTIENE DA UNA A TRE CASTAGNE E SI APRE A MATURAZIONE.

FIORITURA O ANTESI
Maggio, Giugno, Primavera, Inizio Estate

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ GIALLOGNOLO


PERIODO BALSAMICO
Aprile, Inizio Primavera

DROGA UTILIZZATA
FOGLIE, CORTECCIA, GEMME

PRINCIPI ATTIVI
Tannini: acido ellagico, acido gallico, tracce, inositolo, flavonoidi, triterpeni, vitamina C, E, fosforo, magnesio

ERBA ALTERNATIVA
PIANTAGGINE MAGGIORE

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI

EFFICACIA TERAPEUTICA
CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
CAVO ORO-FARINGEO
CERVELLO
FARINGE E VIE AEREE SUPERIORI
GOLA
INTESTINO
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO ENTERICO
TESSUTO CONNETTIVO
VIE RESPIRATORIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKTOSSE
+++TOSSI CONVULSE E PERTOSSE
+++TUSSIFUGO
++DIARREA
++DIARREA (ANTIDIARROICO ASTRINGENTE)
+ANTISETTICO
+CELLULITE
+COLLUTTORIO ORO-FARINGEO
+DEPRIMENTE CENTRI BULBARI
+FARINGITE E RINOFARINGITE
+REUMATISMI E DOLORI REUMATICI
+SEDATIVO RESPIRATORIO

ERBE SINERGICHE
DROSERA
EUCALIPTO
LIQUIRIZIA
TIMO VOLGARE
VIOLA MAMMOLA

ESTRATTI
  • Castagno Estratto Fluido
    1 g=XXXIII gtt 1-2 g a dose
  • Castagno Tisana
    Infuso: 2.5 g di foglie in acqua bollente 2-3 tazze al giorno
  • Castagno Tintura Madre
    Preparata dalle foglie fresche tit.alcol.65° XL gtt 3 volte al giorno

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    Le gemme di Castagno associate a Sorbus domestica gemme sono rimedio per l´insufficienza venosa degli arti inferiori e con Aesculus hippocastanum per il trattamento dell´eritema eczematoso e periulceroso delle gambe. Associate a Castanea vesca foglia 1DH (diluizione alla prima decimale della TM) agisce nella cellulite o angiocapillarite sottocutanea. Dalle foglie si ricava un estratto ottimo per l´attività sedativa sulla tosse.



      PIANTA MELLIFERA

    CARATTERISTICHE DEL MIELE
    Il miele di castagno costituisce una delle principali produzioni uniflorali a livello nazionale. Se ne ottengono quantità ingenti su tutto l'arco alpino, lungo la dorsale appenninica e nelle zone montuose delle maggiori isole. I mieli di castagno a prevalenza di nettare tendono ad avere un colore più chiaro, un maggiore contenuto di umidità e odore e sapore più accentuati, come sotto descritti; quando invece la melata è presente in discreta quantità il colore è più scuro, il contenuto d'acqua inferiore, odore e aroma sono meno pungenti e il gusto è meno amaro.
    Colore ambra più o meno scuro, con tonalità rossiccio/verdastre nel miele liquido; marrone se cristallizzato. Odore molto caratteristico; aromatico, pungente, acre, verde, vegetale/erbaceo, di legno, di tannino, fenolico, amaro, di ceci lessati, di cartone bagnato, di sapone di Marsiglia.
    [Di: Marco Accorti, Roberto Colombo, Gian Luigi Marcazzan, Livia Persano Oddo, Maria Lucia Piana, Maria Gioia Piazza, Patrizio Pulcini, Anna Gloria Sabatini]
    Tratto da: api.entecra.it - Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura

    Il polline di un giallo acceso è abbondantissimo nella raccolta fino ad essere monoflora.

    UTILE DA SAPERE
    PIANTE RICCHE IN TANNINI
    Le piante con alto contenuto in tannini come Bistorta, Ratania, Tormentilla, Amamelide, Pungitopo, Quercia, Myrica, ecc. hanno proprietà antisettiche, antivirale, vasocostrittrice e analgesica locale. Una fonte ricca di tannini da cui si estrae l'acido tannico sono le "galle" formate da alcune specie di insetti (Cynips gallae-tinctoriae Olivier) su rametti di alcune querce del Medio oriente. I tannini in genere svolgono un'attività antiinfiammatoria sulle mucose e sono indicate in modo particolare per l'uso topico in gargarismi, sciacqui, semicupi e lavande contro forme diarroiche, ragadi, emorroidi, fistole e flogosi del cavo orofaringeo. Tuttavia in alte dosi o per periodi prolungati possono determinare infiammazioni gastrointestinali, nausee e vomito. Gli effetti tossici dell'acido tannico comprendono il danno letale al fegato (causato dall'acido digallico presente come impurità) quando è usato in clisteri o su scottature.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"; A.Y. Leung & S. Foster "Enciclopedia delle piante medicinali"

    ANNOTAZIONI
    Le castagne erano pane quotidiano dalle montagne del Caucaso alla Spagna; cibo rituale abbinate al vino nuovo il giorno di San Martino; tuttavia deve essere masticata molto bene altrimenti risulta indigeribile ed è sconsigliata ai soggetti colitici a causa delle fermentazioni intestinali che può produrre. Il legno è usato dall'industria per l'estrazione del tannino.



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Castanea sativa

    Castanea sativa

    Photo by Arnoldo Mondadori Editore SpA

    Autore: Angelo Ferrando

    Autore: Angelo Ferrando

    Low resolution image for educational use. Courtesy Denis Ziegler


    Foto e Immagini
    di CASTAGNO
    su