Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 04-07-2018

CIPRESSO
Cupressus sempervirens L.



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Pinophyta o Coniferophyta
Classe: Pinopsida
Ordine: Pinales
Famiglia: Cupressaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Pianta dei camposanti, Cipreste, Cedro bastardo, Ciprés, Cyprès, Cypress, Italian cypress, Mediterranean cypress, Mourning cypress, Zipresse, Zypresse, Cypres d´Italie

HABITAT
Europa centro-orientale. Distribuito su tutto il territorio italiano fino agli 800 m. Resiste bene alla siccità e si adatta anche a substrati poco profondi ma non sopporta lunghe gelate.

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
GRANDE ALBERO SEMPREVERDE, MONOICO, LONGEVO, ALTO DA 30 A 50 M. LA VARIETÀ PYRAMIDALIS HA CHIOMA ALLUNGATA A FORMA DI PIRAMIDE CON RAMI CHE RICOPRONO QUASI COMPLETAMENTE IL FUSTO, MENTRE NELLA VARIETÀ HORIZONTALIS I RAMI SONO QUASI ORIZZONTALI ED IL FUSTO È LASCIATO SCOPERTO IN BUONA PARTE. RADICE A FITTONE MA CHE SI ADATTANO BENE ANCHE A TERRENI ROCCIOSI SVILUPPANDOSI IN ORIZZONTALE.

FIORITURA O ANTESI
Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Fine Inverno, Primavera

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ BIANCO-GIALLASTRO
________ GIALLO
________ GIALLOGNOLO

PERIODO BALSAMICO
Febbraio, Metà Inverno

DROGA UTILIZZATA
CONI IMMATURI (COCCOLE O BACCHE DI CIPRESSO)

PRINCIPI ATTIVI
Olio essenziale, proantocianidoli, acidi diterpenici, tannini.

SAPORE
ASTRINGENTE-AROMATICO

TOSSICITÀ
NESSUNA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI. EVITARE COMUNQUE LA SOMMINISTRAZIONE A BAMBINI PICCOLI.

EFFICACIA TERAPEUTICA
CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ANO
ARTERIE
CERVELLO
CUORE
INTESTINO
ORGANI DIGESTIVI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI SESSUALI E RIPRODUTTIVI
SANGUE
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA NERVOSO ENTERICO
STOMACO
TUBO GASTRO-ENTERICO
UTERO
UTERO E OVAIE
VASI SANGUIGNI
VASI SANGUIGNI CAPILLARI
VENE
VENE EMORROIDARIE
VESCICA URINARIA
VIE RESPIRATORIE
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKANTIEMORROIDARIO (USO ESTERNO)
ooKFLEBITE E VENE VARICOSE
ooKFLEBOTONICO
ooKINSUFFICIENZA CIRCOLATORIA E VENOSA
ooKTOSSE
ooKTOSSI CONVULSE E PERTOSSE
ooKTUSSIFUGO
+++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
+++EMORRAGIE (MENORRAGIE)
+++EMORRAGIE (METRORRAGIE)
+++PROLASSO (UTERINO)
++ATEROSCLEROSI E ARTERIOSCLEROSI
++ESTROGENI (FITOESTROGENICO)
++FRAGILITÀ CAPILLARE (APP.CIRCOLATORIO)
++IPOTENSIONE (IPERTENSIVO)
++MENOPAUSA E CLIMATERIO (TURBE E DISTURBI VARI)
++STIMOLANTE CIRCOLAZIONE CEREBRALE
++VASOCOSTRITTORE
++VASOPROTETTORE CAPILLAROTROFO
+DIARREA
+DIARREA (ANTIDIARROICO ASTRINGENTE)
+DIGESTIVO EUPEPTICO STOMACHICO
+DISMENORREA E OLIGOMENORREA
+DISPEPSIA O CATTIVA DIGESTIONE
+EMMENAGOGO
+ENURESI NOTTURNA
+IPOTONIA VESCICALE
+TONICO VESCICALE

Proprietà antitumorali per Cupressus sempervirens L.

ERBE SINERGICHE
CRESPINO

ESTRATTI
  • Cipresso Estratto Fluido
    1 g=XXXV gtt XX-XL gtt 3 volte al giorno
  • Cipresso olio
    In pomate al 5-10% Applicazioni locali [uso esterno]
  • Cipresso Tintura Madre
    Preparata dai rami fogliari e dai coni carnosi freschi immaturi tit.alcol.65° XX gtt 2 volte al giorno

  • TISANE O COMPOSIZIONI
    TISANA MENOPAUSA (DISTURBI)

    NOTE DI FITOTERAPIA
    Dai rami giovani si estrae un´essenza che si usa contro le tossi ostinate. Dalle coccole due estrazioni efficaci: Estratto fluido per il trattamento delle emorroidi e Olio essenziale balsamico - sedativo della tosse e antiinfiammatorio delle vie respiratorie.

    UTILE DA SAPERE
    DROGHE AD AZIONE EMOSTATICA ED ANTIEMORRAGICA
    Sono quelle che hanno capacità di favorire l'arresto di emorragie esterne (ferite, ecc.) o interne (epistassi, emottisi, gastrorragie, enterorragie, ecc.). Queste piante si possono classificare in:
    a) droghe emostatiche per vasocostrizione, che a loro volta in base al meccanismo di azione si suddividono in:
    1- vasocostrittori agenti con meccanismo centrale nervoso, quando eccitano il centro bulbare vasocostrittore (Idraste);
    2- vasocostrittori con meccanismo nervoso periferico, se sono degli eccitanti elettivi delle terminazioni del simpatico (Amamelide);
    3- vasocostrittori agenti con meccanismo periferico muscolare, quando aumentano la contrattilità dei vasi sanguigni (Cipresso).
    b) droghe emostatiche che aumentano la coagulabilità del sangue attraverso un aumento della concentrazione ematica di Ca-ioni (Equiseto);
    c) droghe emostatiche perché aumentano la coagulabilità del sangue attraverso la stimolazione della produzione di piastrine (Borsa pastore);
    d) droghe emostatiche che agiscono solo per applicazioni locali e droghe ricche in tannini (Ratania, Quercia, Bistorta, Salcerella, Tormentilla)
    Tratto da: Marzio Pedretti "L'erborista moderno"

    ANNOTAZIONI
    La mitologia narra che il giovane Ciparisso uccise per sbaglio un cerbiatto dopo averlo allevato con amore - quindi si suicidò per il dolore ed il dio Apollo lo trasformò in Cipresso che - così è diventato simbolo della morte.



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Cipresso

    Photo by Breithaupt J.

    Cupressus sempervirens

    Photo by Arnoldo Mondadori Editore SpA.

    Cupressus piramidalis

    Cupressus

    Cupressus sempervirens


    Foto e Immagini
    di CIPRESSO
    su