Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 13-07-2018

KLAMATH
Aphanizomenon flos-aquae Ralfs ex Bornet & Flahault



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Prokaryota (Con cellule senza nucleo)
Regno: Bacteria
Sottoregno: Negibacteria
Superdivisione:
Divisione:
Classe: Cyanophyceae (Alghe azzurre e verdi-azzurre)
Sottoclasse: Nostocophycideae
Ordine: Nostocales
Famiglia: Nostocaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Flosaquae

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Byssus flosaquae L, Conferva flosaquae (L.) Roth, Oscillatoria flosaquae (L.) C.Agardh, Nostoc flosaquae (L.) Lyngbye, Anabaena flosaquae (L.) Bory, Sphaerozyga flosaquae (L.) Corda, Limnochilde flosaquae (L.) Kützing, Micraloa flosaquae (L.) Trevisan, Trichormus flosaquae (L.) Ralfs, Aphanizomenon flos-aquae (L.) Ralfs

HABITAT
In acque dolci assolate con buon ricambio e ricche di sali minerali, sopra ai 1000 m

DESCRIZIONE BOTANICA
CIANOBATTERI (ALGHE VERDI-AZZURRE) DI ACQUA DOLCE


DROGA UTILIZZATA
ALGHE ESSICCATA IN POLVERE

PRINCIPI ATTIVI
Lipidi 3.7%, Proteine da 59 a 65%, Carboidrati 18%, Pigmenti da tracce a 1 g/Kg, Vitamine: A o carotene, Tiamina o B1, Riboflavina o B2, Niacina o B3, Acido pantotenico o B5, Piridossina o B6, Acido folico, Cobalamina o B12, Colina, C 1, D 1, E, Biotina, K, Minerali (Alluminio tracce, Boro, Bromo tracce, Calcio, Cloro, Cobalto, Cromo, Fluoro, Ferro, Fosforo, Gallio tracce, Germanio, Iodio, Magnesio, Manganese, Molibdeno, Nichel, Potassio, Rame, Selenio, Silicio, Sodio, Stagno, Stronzio tracce, Titanio, Vanadio, Zinco, Zolfo), Aminoacidi essenziali (lsoleucina, Triptofano, Leucina, Treonina, Lisina, Fenilalanina, Metionina, Valina, Arginina, lstidina), Aminoacidi non essenziali (Alanina 70 mg (Glicina, Acido aspartico, Prolina, Cistina, Serina, Acido glutammico, Tirosina), Acidi grassi essenziali ( Saturi: Palmitico, Miristico; Monoinsaturi: Oleico; Polinsaturi: Omega 6 linoleico, Omega 3 alfalinolenico, EPA, DHA), Betacarotene e altri caroteni (alfa, gamma, astaxantina, ecc., Clorofilla, Ficocianine)

TOSSICITÀ
RELATIVA A QUANTO SPECIFICATO

CONTROINDICAZIONI
OCCORRE IL PARERE MEDICO IN CASO DI MALATTIE EPATICHE, MALATTIE AUTOIMMUNI E TERAPIE ANTICOAGULANTI

AVVERTENZE
Aphanizomenon flos-aquae è nota per la produzione di endotossine , sostanze chimiche tossiche rilasciate quando le cellule muoiono. Una volta rilasciato e ingerito il lisato, queste tossine possono danneggiare i tessuti del fegato e dei nervi nei mammiferi. Nelle zone in cui la qualità dell'acqua non è strettamente monitorata, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha valutato la tossicità delle alghe come un rischio per la salute, citando la produzione di microcistina, anatossina-a, saxitossine e cilindrospermosina.(1)

(1) World Health Organization (2006). Guidelines for drinking-water quality. First addendum to third edition. Volume 1. Recommendations. Geneva: World Health Organization. ISBN 978-92-4-154674-4.

[Tratto e tradotto da http://en.wikipedia.org]

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI ANTICOAGULANTI CUMARINICI

EFFICACIA TERAPEUTICA
NORMALE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
CELLULE
CERVELLO
MUCOSE
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
SANGUE
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (NEUROVEGETATIVO)
SISTEMA NERVOSO CENTRALE
TUBO GASTRO-ENTERICO
TUTTO IL CORPO
VASI SANGUIGNI

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
?ALZHEIMER-PERUSINI (MORBO)
?PARKINSON (MORBO)
?SCLEROSI MULTIPLA
+++ANTIOSSIDANTE
+++ANTITUMORALE [CHEMIOTERAPICO-SIMILE]
+++IMMUNODEFICIENZA SECONDARIA O INSUFFICIENZA IMMUNITARIA E MALATTIE AUTOIMMUNI
+++IMMUNOSTIMOLANTE IMMUNOMODULANTE
+++INFEZIONI (VIRALI DA RETROVIRUS)
+++NORMALIZZANTE IL METABOLISMO GLICEMICO
+++TUMORE MALIGNO o CANCRO
++ARTRITE
++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
++INFIAMMAZIONI
++SINDROME DA PERMEABILITÀ INTESTINALE

MONOGRAFIA SU KLAMATH



ANNOTAZIONI
Molto si è detto e scritto a proposito della sicurezza d'uso delle alghe klamath e dei possibili pericoli per la salute del consumatore. Prima di procedere con l'analisi delle loro caratteristiche nutrizionali e proprietà, appare quindi doveroso fare il punto su questo aspetto, scongiurando eccessivi allarmismi.
Le alghe Klamath (intese come microalghe A. flos-aquae estratte dal lago Klamath) NON sono di per sé tossiche o pericolose per la salute umana. Tuttavia sono soggette alla possibile contaminazione da parte di microcistine: un problema "globale" che interessa la maggior parte delle falde acquifere del pianeta. Come le aflatossine nei cereali ed i metalli pesanti nelle alghe marine (laminaria, fucus ecc.), anche le alghe di acqua dolce o salmastra (spirulina, clorella, klamath...) possono essere contaminate da sostanze tossiche. In particolare, similmente alle aflatossine, la contaminazione da microcistine può causare gravi problemi epatici; per questo motivo le falde acquifere ed i vari integratori vengono sottoposti a continui accertamenti. In alcuni di questi studi, in campioni di A. flos-aquae sono state rilevate concentrazioni di microcistine superiori ai limiti di sicurezza suggeriti dall'OMS per le acque potabili. Tuttavia - considerato che: a) tali limiti sono diverse centinaia di volte inferiori rispetto ai dosaggi rivelatisi tossici per l'animale da esperimento, a proposito dei quali alcuni autori hanno sollevato perplessità circa possibili conflitti di interesse (sottolineando la necessità di stabilire intervalli di sicurezza più ampi, almeno 5 volte superiori, che spegnerebbero qualsiasi polemica riguardante la sicurezza d'uso facendo rientrare nella norma tutti i campioni analizzati) b) non si sono registrati casi di tossicità negli esseri umani derivanti dall'utilizzo di integratori di alga klamath, né in Italia né in altri Paesi; c) l'alga klamath contiene buone concentrazioni di potenziali antidoti naturali (sostanzialmente antiossidanti) contro le microcistine - è bene evitare eccessivi allarmismi: attenendosi alle dosi di assunzione normalmente suggerite (max 4 g/die) il consumatore non dovrebbe correre pericoli significativi per la propria salute (anche se alcuni autori sono giunti a conclusioni meno rassicuranti, affermando ad esempio che: "Ai massimi livelli di contaminazione riscontrati, un rischio per i consumatori può essere previsto a seguito di esposizione cronica o sub-cronica a un ragionevole consumo giornaliero di 4 g."). E' altresì doveroso precisare che la maggior parte dei campioni analizzati ha dimostrato livelli di contaminazione nettamente inferiori ai limiti prudenziali di potenziale pericolosità; è quindi ingiusto che per l'inosservanza di pochi vengano penalizzate anche le aziende che operano con professionalità per garantire estratti di alghe klamath di qualità e sicurezza superiori. Anche se alcuni autori arrivano a ritenere "la vendita commerciale di prodotti a base di Aph. flos-aquae per il consumo umano, in formulazioni pure o miste, molto discutibile", si tratta comunque di un integratore utilizzato da anni nella maggior parte dei paesi del mondo senza che si siano registrati casi di tossicità da microcistine.

[Tratto da: My-personaltrainer.it]



BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

   

REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

Autore: Kristian Peters

Photo by
www.inerboristeria.com


Photo by
thejunglerocker.blogspot.it/2013/04/



Foto e Immagini
di KLAMATH
su