Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 13-07-2018

ARISTOLOCHIA
Aristolochia Clematitis L.



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Magnoliidae
Ordine: Aristolochiales
Famiglia: Aristolochiaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Asarabacca, Clematite, Stalloggi, Stralloggi, Aristolochy, Aristoloche, Aristoloche Clématite, Aristoloquia, Poison De Terre, Pijpbloem, Piippuruoho, Kirkason Lomonosovidnyj, киркасон ломоносовидный, Hållrot

HABITAT
Si trova in strade di campagna, siepi, margine dei boschi

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA PERENNE, ALTA FINO A 60 CM; FUSTO ERETTO, FLESSUOSO, SEMPLICE O RAMIFICATO ALLA BASE, ERBACEO; FOGLIE A DISPOSIZIONE ALTERNA, CON LAMINA OVATA-ARROTONDATA CUORIFORMI ALLA BASE, PROFONDAMENTE CORDATA, CON APICE OTTUSO; FIORI PICCOLI MUNITI DI UN CORTO PEDUNCOLO, RIUNITI IN FASCETTI DI 2-6 ALL'ASCELLE DELLE FOGLIE, CON PERIGONIO GIALLASTRO, VENTRICOSO ALLA BASE, POI TUBOLOSO, CON L'ASPETTO DI UN LUNGO IMBUTINO RIGONFIO ALLA BASE, RISTRETTO IN ALTO E TERMINANTE CON UN LEMBO ESPANSO; COROLLA MANCANTE; FRUTTO GLOBOSO DEL TIPO CASPULA. AL MOMENTO DELLA FIORITURA, EMETTE UNO SGRADEVOLE ODORE DI CARNE PUTREFATTA CHE SERVE A RICHIAMARE GLI INSETTI PRONUBI PER L'IMPOLLINAZIONE.

FIORITURA O ANTESI
Aprile, Maggio, Primavera

COLORI OSSERVATI NEL FIORE
________ GIALLO-DORATO


DROGA UTILIZZATA
RIZOMA

PRINCIPI ATTIVI
Acido aristolochico, olio essenziale, alcaloide magnoflorina, allantoina, pigmenti

ERBA ALTERNATIVA
ARTEMISIA

TOSSICITÀ
ALTA

CONTROINDICAZIONI
ERBA TOSSICA! VIETATO L´USO COMUNE. USARE SOLAMENTE SOTTO CONTROLLO MEDICO.
È UN ERBA PERICOLOSA, IRRITANTE L´INTESTINO. HA ATTIVITÀ CARCINOGENICA, NEFROTOSSICA E GENOTOSSICA.

AVVERTENZE
LE FUNZIONI TERAPEUTICHE (PROPRIETÀ E INDICAZIONI) SONO INDICATE COME INFORMAZIONE STORICO-CULTURALE MA NON APPLICABILI NELLA PRATICA FITOTERAPICA. QUESTA PIANTA RIENTRA NELLA LISTA DEL MINISTERO DELLA SALUTE PER L'IMPIEGO NON AMMESSO NEL SETTORE DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI.

EFFICACIA TERAPEUTICA
NON UTILIZZABILE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
APPARATO URO-GENITALE
DITA MANI E PIEDI
GONADI (TESTICOLI E OVAIE)
INTESTINO
INTESTINO CRASSO
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI SESSUALI E RIPRODUTTIVI
PENE
RENI
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA IMMUNITARIO
TESSUTO CUTANEO
TESTICOLI
UTERO
UTERO E OVAIE
VAGINA
VESCICA URINARIA
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
NooAMENORREA E IPOMENORREA
NooANTISETTICO (USO ESTERNO)
NooDISMENORREA E OLIGOMENORREA
NooDIURETICO
NooEMMENAGOGO
NooEMORRAGIE (VIE URINARIE)
NooGOTTA
NooIMMUNOSTIMOLANTE IMMUNOMODULANTE
NooINFIAMMAZIONI (APPARATO URO-GENITALE)
NooLASSATIVO O PURGANTE
NooLASSATIVO PURGANTE ANTRACHINONICO (INTESTINO CRASSO)
NooLASSATIVO PURGANTE DRASTICO
NooMENOPAUSA E CLIMATERIO (TURBE E DISTURBI VARI)
NooOSSITOCICO O OXITOCICO
NooPARONICHIA MANI E PIEDI
NooSPASMI E DOLORI SPASMODICI DI VARIA NATURA
NooSPASMOLITICO UTERINO
NooTONICO UTERINO
---NON UTILIZZABILE IN AUTOTERAPIA

ESTRATTI
  • Aristolochia Estratto Fluido
    1 g=XL gtt Sconsigliato e/o Vietato 0.1-0.5 g al giorno
  • Aristolochia Tisana
    Infuso: 15 g per lt di acqua3-4 tazze al giornoDecotto uso esterno: bollire per 20 min qualche foglia e radice in 200 g di acqua. Applicare il liquido caldo [37°] con compresse sulle parti interessate per 15 min. Sconsigliato e/o Vietato
  • Aristolochia Tintura Madre
    Preparata dalla parte aerea della pianta fresca tit.alcol.45° Sconsigliato e/o Vietato XV gtt 3 volte al giorno

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    Solamente alcune funzioni terapeutiche sono applicabili in fitoterapia. Usare solo per uso topico: impacchi del decotto di foglie e del caule.
    Da venti anni è stata abbandonata dall'uso in fitoterapia.

    La radice e il gambo sono velenosi. La pianta contiene acido aristolochico, questo ha ricevuto rapporti piuttosto contrastanti sulla sua tossicità. Secondo un rapporto l'acido aristolochico stimola l'attività dei globuli bianchi e accelera la guarigione delle ferite, ma è anche cancerogeno e dannoso per i reni. Un altro rapporto afferma che è un agente antitumorale attivo ma è troppo tossico per l'uso clinico. Un altro rapporto afferma che l'acido aristolochico ha proprietà anti-cancro e può essere usato in combinazione con la chemioterapia e la radioterapia e che aumenta anche l'immunità cellulare e la funzione fagocitotica delle cellule fagocitiche.


    Sorveglianza alle reazioni avverse
    ESTRATTO VEGETALE NON AMMESSO NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI
    PIANTA SEGNALATA



    ANNOTAZIONI
    Dal greco aristos=ottimo e lokein=lochi in quanto ottima per promuovere i lochi (liquidi che fuoriescono dalla vagina dopo il parto). Agisce analogamente alle droghe antrachinoniche.



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Immagine antica di pubblico dominio modificata per uso didattico. (NO ©)

    Foto modificata per uso didattico gentilmente concessa da Luciana Bartolini

    Immagine modificata per uso didattico tratta da: Ciba - Le Malerbe

    Low resolution image for educational use. Courtesy Denis Ziegler


    Foto e Immagini
    di ARISTOLOCHIA
    su