Indietro  Scheda completa dell'erba

© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 26-09-2019

YOHIMBE
Corynanthe Yohimbe K. Schum.



LEGGERE LA SCHEDA IN TUTTE LE SUE SEZIONI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SULLE PRECAUZIONI D'USO

CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Gentianales
Famiglia: Rubiaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Yohimbè, Yohimba, Yohimbehe

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Pausinystalia Yohimba (K. Schum.) Pierre, Pseudocinchona Yohimbe K. Schum.

HABITAT
Pianta originaria delle foreste del Congo, del Camerun e del Gabon, nasce e cresce nei boschi equatoriali.

DESCRIZIONE BOTANICA
ALBERO GRANDE SEMPREVERDE CON GRANDI FOGLIE CORIACEERICURVE AI MARGINI E FIORI BIANCHI A OMBRELLE

DROGA UTILIZZATA
CORTECCIA

TOSSICITÀ
MEDIA

CONTROINDICAZIONI
EFFETTI COLLATERALI: TURBE DEL SNC, TURBE DIGESTIVE E CARDIOVASCOLARI [IPOTENSIONE, TACHICARDIA, PRIAPISMO]. CONTROINDICATA NELL´INSUFFICIENZA EPATICA, RENALE E NELL'IPERTENSIONE. LE DOSI TOSSICHE PRODUCONO GRAVI EFFETTI SUL CUORE E PARALISI RESPIRATORIA. NON USARE IN GRAVIDANZA.

AVVERTENZE
QUESTA PIANTA RIENTRA NELLA LISTA DEL MINISTERO DELLA SALUTE PER L'IMPIEGO NON AMMESSO NEL SETTORE DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI ANTIDEPRESSIVI

EFFICACIA TERAPEUTICA
CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
ARTERIE CORONARIE
INTESTINO
NERVI E TRONCHI NERVOSI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI SESSUALI E RIPRODUTTIVI
SISTEMA CIRCOLATORIO
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (NEUROVEGETATIVO)
SISTEMA NERVOSO CENTRALE
TUTTO IL CORPO
VASI SANGUIGNI PERIFERICI
VIE AEREE SUPERIORI
VIE RESPIRATORIE
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI
ooKAFRODISIACO
ooKAFRODISIACO (SPINALE-SACRALE)
ooKIMPOTENZA SESSUALE
+++ASTENIA O ESAURIMENTO E STRESS
+++ASTENIA SESSUALE
+++IPERTENSIONE ARTERIOSA (IPOTENSIVO PERIFERICO)
+++SIMPATICOLITICO
+++SPASMI E DOLORI SPASMODICI DI VARIA NATURA
+++SPASMOLITICO CORONARICO
+++SPASMOLITICO NEUROTROPO SIMPATICOLITICO
+++SPASMOLITICO VIE RENALI E FAVORENTE L´ESPULSIONE DI CALCOLI
+++SPASMOLITICO VIE RESPIRATORIE
+++VASODILATATORE CORONARICO
++NEVRALGIE
+FEBBRE O IPERTERMIA
+PERISTALTICO INTESTINALE
+PSICOSTIMOLANTE O PSICODISLETTICO
+STUPEFACENTE

ERBE SINERGICHE
CATUABA
DAMIANA
ELEUTEROCOCCO
GINKGO BILOBA
MUIRA PUAMA
SANTOREGGIA MONTANA

ESTRATTI
  • Yohimbe Tisana
    Decotto della radice per 10 min. Bere durante il giorno 3 g in 150 ml di acqua
  • Yohimbe Tintura Madre
    Preparata dalla corteccia essiccata tit.alcol.65° XX gtt 3 volte al giorno

  • TISANE O COMPOSIZIONI
    TISANA IMPOTENZA SESSUALE

    NOTE DI FITOTERAPIA
    La droga intera è più attiva e sicuramente meno tossica della sola yohimbina estratta. L´azione afrodisiaca è conseguenza dell´eccitazione della porzione lombosacrale del midollo spinale con vasodilatazione importante della vena dorsale del pene e aumento della secrezione vaginale. Considerata utile nell´impotenza funzionale dei soggetti nevrotici e nei pazienti con disfunzioni vascolari. Può causare anche effetti collaterali come aritmie - ansia - insonnia - ipertensione e tremori. Necessaria quindi la prescrizione medica dell´estratto secco titolato in yohimbina. La tintura invece non è titolata.


    Sorveglianza alle reazioni avverse
    ESTRATTO VEGETALE NON AMMESSO NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI

    UTILE DA SAPERE
    PIANTE PER LE DISFUNZIONI SESSUALI
    "Ma che cos'è un afrodisiaco? A questa domanda, secondo una ricerca condotta in Francia nel 1990, la maggior parte degli uomini ha risposto che le sostanze afrodisiache servono ad aumentare la perfomance sessuale, mentre per la maggior parte delle donne servono ad aumentare il desiderio. Qualcuno infine pensa che aumentino il piacere. Anche se differenti, ciò che accomuna queste risposte è la ricerca del plus jouir. La pianta ideale per il suo potere afrodisiaco sarebbe quindi quella in grado di favorire il ciclo dell'amore: desiderio, seduzione e realizzazione del piacere. Il desiderio, ad esempio, è risvegliato in noi attraverso i sensi, e l'olfatto indubbiamente gioca un ruolo molto importante. Molte sostanze, da sempre considerate come afrodisiache, lo sono innanzitutto per il loro odore: pepe, tabacco, vaniglia, ylang-ylang, zenzero, zafferano, vetiver, cannella, geranio.
    Fra le piante che sono considerate afrodisiache per eccellenza meritano di essere segnalate: Eleuterococco, Damiana, Ginseng, Catuaba, Suma, Epimedium, Salvia, Rosmarino, Santoreggia, Menta, Guaranà, Zenzero, ecc.
    Per l'azione antiastenica, infine, si ricordano: alghe (Fucus, Laminarie), bevande eccitanti (Caffè, Tè, Mate), bevande toniche come la Rosa cherokee, cereali, frutta fresca, frutta secca, verdure (Carota, Cicoria, Crescione, Spinaci) ecc. La fitoterapia pertanto, anche se non in chiave miracolistica, può offrire un valido ausilio, con un miglioramento notevole dei sintomi, soprattutto se inserita in una strategia di trattamento più generale. Le piante da sole infatti non sono in grado di migliorare la sessualità di una coppia che ha occultato la propria seduzione o che, comunque, non riesce più a comunicare: per entrare nel ciclo del piacere, infatti, bisogna poter comunicare".
    Ma ora classifichiamo le piante afrodisiache in:
    a) afrodisiaci spinali sacrali, quando stimolano il centro parasimpatico sacrale che controlla il meccanismo dell'erezione (Damiana, Ginseng, Yohimbehe, Noce vomica);
    b) afrodisiaci riflessogeni genito-urinari, quando agiscono con azione irritante delle vie urinarie e genitali che, per riflesso, esercitano una esaltazione del centro dell'erezione (Echinacea);
    c) afrodisiaci encefalici o psicogeni, quando agiscono sui centri nervosi encafalici provocando lo stimolo dell'appetito sessuale (gli eccitanti del sistema nervoso centrale).
    Gli anafrodisiaci che, invece, calmano un appetito sessuale troppo intenso ed eccessivo, sintomo anch'esso di squilibrio della sfera sessuale, sono: Salice bianco, Ninfea, Luppolo e Lattuga virosa.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"; A.Y. Leung & S. Foster "Enciclopedia delle piante medicinali"; Marzio Pedretti "L'erborista moderno"



    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    REGALACI IL TUO CONTRIBUTO

    Image by
    myspiceblends.com



    Foto e Immagini
    di YOHIMBE
    su