© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 26-09-2013

ORTICA
Urtica dioica L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Hamamelidae
Ordine: Urticales
Famiglia: Urticaceae
Tribù: Urticeae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Garganella, Ortign, Urta, Urtigua, Urtije, Vertiga, Ardca, Canape della Svezia, Ortica maschia, Ortica nera, Orticole, Rittca, Aginita, Ardica, Lurdca, Sclidra, Ardcula fimminedda, Fusticaja, Occiau, Ortija mascu, Pistidduri, Pittima-pittiga, Urtiga, Ortica maschio o orticone, Ortica comune o minore, Ortica femmina, Ortica romana, California Nettle, Bull Nettle, Common Nettle, Edible Nettle, European Nettle, Great Nettle, Greater Nettle, Nettle, Slender Nettle, Stinging Nettle, Tall Nettle, True Nettle, Epinard Des Grecs, Epinard Des Turques, Grande Ortie, Ortie, Ortie leve, Ortie Brlante, Ortie Dioque, Ortie Dioque Deurope, Ortie Griche, Ortie Piquante, Chichicaste, Ortiga, Ortiga Grande, Ortiga Mayor, Ortiga, Urtigo, Urtigo, Urtiga, Urtiga-Maior, Urtiga-Maior, Urtiga-Mansa, Urtiga-Mansa, Urtiga-Vermelha, Urtiga-Vermelha, groe Brennessel, Grote Brandnetel, Isonokkonen, Nokkonen, Viholainen, Brennesle, Stornesle, Brnnssla, Krapiva Dvudomnaja

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Urtica major Fuchs., Urtica urens maxima Blackw. Specie simili: Urtica urens L., Urtica piluifera L.

DISTRIBUZIONE

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA PERENNE ALTA FINO A 1-3 M DIOICA COSPARSA DI PELI URTICANTI CON RIZOMA GIALLO E FUSTI ERETTI CON QUATTRO SPIGOLI. FOGLIE OPPOSTE OVALI A MARGINE ACUTO, DENTATO E PICCOLI FIORI VERDASTRI RIUNITI IN SPIGHE (ERETTE LE MASCHILI E PENDULE LE FEMMINILI)

COLORI NEI FIORI (perlopiù petali e corolla)
________ VERDE


PERIODO BALSAMICO
Aprile e Settembre

DROGA UTILIZZATA
FOGLIE RACCOLTE ALLA FIORITURA - SEMI - RADICI

PRINCIPI ATTIVI
Sostanze azotate, tannino, mucillagine, polisaccaridi, nitrati, acido formico, amminoacidi, amine, flavonoidi, β-carotene, potassio, calcio, vitamine A B5 B2 C K1 B9, nicotina (nelle foglie).

TOSSICITÀ
BASSA

CONTROINDICAZIONI
NON USARE AD ALTE DOSI IN GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO IN QUANTO STIMOLA LA MUSCOLATURA UTERINA. NON UTILIZZARE LE PARTI AEREE DELLA PIANTA IN CASO DI EDEMI DOVUTI A RIDOTTA EFFICIENZA CARDIACA O RENALE.

AVVERTENZE
I PELI URTICANTI CONTENGONO ACETILCOLINA E ISTAMINA CHE VENGONO INIETTATE QUANDO SI SPEZZANO SE TOCCATI. GLI INFUSI POSSONO PROVOCARE PIROSI E BRUCIORI DI STOMACO IN SOGGETTI PREDISPOSTI.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI IPOTENSIVI
FARMACI PER DIABETICI
FARMACI SEDATIVI

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
DIPENDENTE DALLE SPECIFICHE E DALLE FORME TERAPEUTICHE

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
APPARATO URO-GENITALE
BRONCHI E BRONCHIOLI
CAPELLI - PELI - UNGHIE
CISTIFELLEA E VIE BILIARI
CUOIO CAPELLUTO
CUORE
ESOFAGO
FEGATO E VIE BILIARI
GHIANDOLE SEBACEE
GONADI (TESTICOLI E OVAIE)
INTESTINO
MILZA
MUCOSE NASALI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
ORGANI SESSUALI E RIPRODUTTIVI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
PANCREAS
PENE
POLMONI
PROSTATA
RENI
SANGUE
SENO - GHIANDOLE MAMMARIE
SISTEMA EMOPOIETICO
SISTEMA ENDOCRINO
SISTEMA IMMUNITARIO
SISTEMA NERVOSO CENTRALE
STOMACO
TESSUTO CUTANEO
TESTICOLI
TUTTO IL CORPO
UTERO
UTERO E OVAIE
VAGINA
VASI SANGUIGNI
VASI SANGUIGNI PERIFERICI
VESCICA URINARIA
VIE AEREE SUPERIORI
VIE RESPIRATORIE
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
ooKALIMENTO
ooKPROSTATA (IPERTROFIA PROSTATICA BENIGNA)
+++ALOPECIA O AREA E DEBOLEZZA DEI CAPELLI
+++CARENZA DI SALI MINERALI E OLIGOELEMENTI
+++DEFORFORANTE CAPILLARE (LOZIONE O IMPACCO)
+++DERMATOSI
+++DERMOPURIFICANTE DERMOPROTETTIVO
+++FORFORA CAPELLI
+++FRAGILIT CAPELLI E UNGHIE
+++PROSTATA (PROSTATITE)
++ACNE (DEPURATIVO)
++ALLATTAMENTO (GALATTOGOGO - GALATTOFORO)
++ANTIPARASSITARIO VEGETALE
++ASTENIA O ESAURIMENTO E STRESS
++COLAGOGO
++COLESTEROLO (IPERCOLESTEROLEMIA - IPERTRIGLICERIDEMIA - IPERLIPIDEMIA)
++CRASI EMATICA (MODIFICATORE)
++CROSTA LATTEA
++DEPURATIVO DRENANTE
++DIABETE MELLITO
++DISMENORREA E OLIGOMENORREA
++DIURETICO
++DIURETICO DECLORURANTE
++DIURETICO URICOLITICO
++EMMENAGOGO
++EMORRAGIE
++EPISTASSI
++GLICEMIA (IPOGLICEMIZZANTE)
++INFIAMMAZIONI (APPARATO URO-GENITALE)
++INSUFFICIENZA EPATOBILIARE E INTOSSICAZIONE DEL FEGATO
++PARASSITI E PIDOCCHI DELLE PIANTE (AFIDI)
++SEBORREA
++TRICOFILO
++URICEMIA (IPOURICEMIZZANTE)
+ANEMIA E CLOROSI
+ARTRITE
+ARTRITE REUMATOIDE O REUMATISMO CRONICO PRIMARIO
+AVITAMINOSI
+CARDIOTONICO O CARDIOCINETICO
+DIARREA
+DIARREA (ANTIDIARROICO ASTRINGENTE)
+DIATESI ARTRITICA
+DISTURBI GASTRICI DA ABUSO DI TABACCO
+EMOPOIETICO ERITROPOIETICO
+EMORRAGIE (GASTRICHE)
+EMORRAGIE (MENORRAGIE)
+EMORRAGIE (METRORRAGIE)
+EMOTTISI
+FORUNCOLOSI
+GOTTA
+INSUFFICIENZA EMOPOIETICA
+INSUFFICIENZA PANCREATICA
+RENELLA
+REUMATISMI E DOLORI REUMATICI
+SPLENOMEGALIA
+STIMOLANTE LA SECREZIONE PANCREATICA


TISANE O COMPOSIZIONI
TISANA COLESTEROLO E TRIGLICERIDI
TISANA DEPURATIVA ACNE

ERBE SINERGICHE
ACHILLEA MILLEFOGLIE
ANGELICA
BARDANA
BETULLA
CIMICIFUGA
ERBA MEDICA
GALEGA
GINKGO BILOBA
GINSENG
LUPPOLO
OLMARIA
ORTHOSIPHON
PYGEUM
SALVIA OFFICINALE
SERENOA
TARASSACO
VIOLA TRICOLORE
ZUCCA

ESTRATTI:
  • Ortica succo della pianta fresca
    1 cucchiaio 2 volte al giorno per 4-6 settimane Il succo pu essere utilizzato per uso esterno
  • Ortica Tisana
    3-4 cucchiaini per tazza di acqua bollente 3-4 tazze al giorno Infuso per 10 min.
  • Ortica estratti della radice
    Per Ipertrofia prostatica 2 volte al giorno 500 mg o pi a dose
  • Ortica Tintura Madre
    Preparata dalla pianta intera fresca tit.alcol.45 Nelluso esterno: soluzioni al 10% di TM XL gtt 3 volte al giorno

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    I semi dellOrtica sono ricchi di acidi grassi insaturi [acido linoleico, fitostimoline, fitormoni ec.], per spremitura a freddo se ne ricava un olio con attivit biostimolante indicato nei casi di debolezza e astenia. La radice riesce a ridurre del 70% il volume della ghiandola prostatica con ipertrofia benigna inibendo la crescita delle cellule prostatiche (pu essere associata a Serenoa, Pigeum e macerato glicolico di Sequoia gigantea). Pare che le altre propriet terapeutiche oltre quella diuretica e antiinfiammatoria, non siano ancora confermate dalla ricerca scientifica.



    FITOALIMURGIA (uso in cucina)
    Foglie e fusti giovani

     • in minestre, frittate, risotti e ripieni
     • Zuppa di Ortiche
    Appassire su fuoco basso in olio e burro delle cimette d'ortiche prima lessate e strizzate e un pari peso di cipollotto fresco tagliato a rondelle. Aggiungere successivamente qualche patata particolarmente farinosa e tagliata a cubettoni e un mazzetto aromatico composto da salvia, rosmarino, alloro e cannella in stecca, bagnare con brodo e latte bollenti in uguale quantit e far sbollire per circa 40 minuti, quindi passare al passaverdure Assaggiare e aromatizzare con pepe e noce moscata, quindi mantecare fuori dal fuoco con fiocchetti di burro e grana grattugiato e servire accompagnando con crostini di pane integrale tostati al burro.
     • Risotto all'Ortica
    Lessare le cime d'ortica ripetutamente lavate in precedenza, strizzarle e tritarle finemente. Preparare un soffritto leggero di scalogno, olio d'oliva e burro, unirvi il riso, lasciarlo tostare per qualche istante, poi irrorarlo con vino bianco secco e quando questo sar evaporato, con brodo Durante la cottura unire il trito di cimette d'ortica e, alla fine, mantecare con burro ammorbidito a pezzetti, grana grattuggiato, pepe di fresca macinatura e una grattatina di noce moscata.
     • Sformato di Ortiche
    Preparare una besciamella ben soda ed incorporarvi su un fuoco basso delle cimette d'ortica lessate, strizzate, tritate e insaporite in padella con olio, burro e porro tritato. Unire anche del formaggio Asiago pressato a pezzetti e mescolare sin quando lo stesso formaggio non sar fuso e perfettamente incorporato. Stendere allora il composto in un recipiente da forno imburrato, cospargere di grana grattuggiato e burro fuso e far gratinare in forno gi caldo a 190-200 per una quindicina di minuti.
     • Ravioli con Ortica
    Far insaporire nel burro qualche scalogno o cipolla tagliuzzato e aggiungervi le cimette d'ortica sbollentate e tritate lasciandole insaporire per alcuni istanti prima di irrorare con poco brodo di carne bollente. Sbollire sino a quando il liquido si sar consumato e lasciar intiepidire. Unire successivamente al composto un pari peso di ricotta passata al setaccio "legando" con grana grattugiato e uovo intero e aromatizzando con sale e noce moscata. Riempire con il composto dei quadrati di pasta fresca all'uovo pennellati sul bordo con poco uovo sbattuto e richiudere formando i ravioli. Cuocerli in abbondante acqua a bollore salata e condirli molto semplicemente con burro fuso color nocciola e foglie di salvia, spolverizzandoli sul piatto con grana grattugiato.
     • Gnocchi di patate all'Ortica
    Sbollentare per qualche minuto le cimette d'ortica in acqua salata, poi scolarle e farle insaporire con burro e olio, quindi tritarle assai finemente ed impastarle assieme alle patate precedentemente lessate e passate allo schiacciapatate. Unire al composto del grana grattugiato, sale, noce moscata ed uno o due unova intere, nonch la farina bianca necessaria ad averre una massa omogenea. Formare dei cilindretti grossi quanto un pollice e dividerli a pezzetti da passare sul retro di una grattugia ottenendo cos gli gnocchi. Lessarli in abbondante acqua a bollore salata e condirli con un rag di carne di maiale e vitello, o un rag di coniglio o di faraona, tutti cotti senza l'aggiunta di pomodoro.
     • Tagliatelle all'Ortica
    Lessare le cimette d'ortica, poi scolarle, strizzarle e tritarle il pi finemente possibile, quindi impastarle con uova intere e farina bianca ottenendo una pasta piuttosto soda. Stenderla molto sottilmente e ricavarne delle tagliatelle larghe un centimetro. Cuocerle in abbondante acqua a bollore salata e saltarle in padella con una salsa di pomodoro fresco frullato assieme ad una piccola quantit di peperone giallo (cotto alla piastra e spellato), alcune foglie di basilico fresco e altrettante di origano, sempre fresco. Accompagnare con formaggio grattugiato.
     • Contorno di Ortica e piselli
    Fare un soffritto di cipolla, pancetta, prezzemolo, porro, olio, unire i piselli freschi precedentemente sgranati e delle cimette d'ortica lavate ripetutamente e tagliuzzate. Far insaporire per qualche istante, poi bagnare con brodo leggero e far cuocere dolcemente a recipiente coperto sino a quando i piselli risulteranno teneri ed il liquido si sar asciugato. Assaggiare e correggere secondi il gusto, quindi servire quale accompagnamento a carni bianche.
     • Saccottini all'Ortica
    Usare uova intere, farina bianca, latte e poco sale, preparare delle crespelle del diametro di 16-18 cm. Sbollentare le cimette d'ortica, scolarle e farle insaporire in padella con olio, burro e uno spicchio d'aglio intero che andr poi gettato. Tritarle finemente ed aggiungerle a ricotta freschissima "legando" il composto con uova intere e grana grattugiato. Riempire con esso le crespelle che andranno chiuse a saccottino e legate con erba cipollina sbollentata prima di essere cosparse di burro fuso e gratinate in forno caldo a 190-200 in pochi minuti.

    Altre specie ad es O.urens hanno medesimo uso alimentare

    UTILE DA SAPERE
    NOTE DI COLTIVAZIONE E GIARDINAGGIO
    La presenza dell'Ortica produce un aumento del contenuto in essenza in piante come Angelica, Maggiorana, Origano, Menta, Salvia, Valeriana ed altre aromatiche. L'Ortica viene anche impiegata come concime in quanto capace di accelerare i processi di decomposizione del terreno.
    Se viene macerata in acqua per 12 ore si ottiene un buon antiparassitario per le piante, buono per combattere gli afidi ed innocuo per l'uomo.
    Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"

    ANNOTAZIONI
    Urtica dal latino urere(bruciare) per l'azione dei peli urticanti.
    Dioscoride consigliava il decotto dei semi di Ortica come afrodisiaco. Lorticazione un trattamento eroico in caso di dolori reumatici: va percossa a pelle con un mazzo di ortiche appena raccolte. La cura molto efficace per sciatalgia e lombalgia e va praticata per 2-3 giorni alternati a riposo. Dopo lurticazione non va usata acqua fredda sulle parti perch il senso di calore si trasformerebbe in bruciore. LOrtica pi urticante si ha da met maggio in poi (con la fioritura).

    Le fibre filate come la canapa, erano usate fin dal medio evo in quanto producevano un tessuto particolare e resistente.


    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT



    Autore: A.Tucci

    Autore: A.Tucci


    Foto e Immagini
    di ORTICA su