© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 01-09-2016

NOCE VOMICA
Strychnos Nux-vomica L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Gentianales
Famiglia: Loganiaceae
Tribù: Strychneae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Stricnina, Strychnine Tree, Nux-Vomica, Nux-Vomica Tree, Nux-Vomica-Tree, Strychninetree, Noix Vomique, Brechnuss, Gemeinerbrech Nussbaum, Braaknoot, Kraanoog, Braeknoed, Nuez Vmica, Noz-Vmica, Ma Qian Zi, Bailewa, Chibbenge, Kajra, Kuchla, Kupilu

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Noce canina, Fungo di Levante, Vomiciaio, Vomiting-nut, Quaker buttons, Poison-nut, Noix vomique

HABITAT
Pianta nativa dell'India ma coltivata in tutta l'Asia tropicale

DESCRIZIONE BOTANICA
ALBERO ALTO FINO A 25M CON RAMOSCELLI PUBESCENTI. FOGLIE CON PICCIOLO DI 5-12CM ELLITTICHE O OVALI LEGGERMENTE ACUMINATE E BRACTEOLE PUBESCENTI. FIORI BIANCHI CON COROLLA BIANCO-VERDASTRA A 5 PETALI STRETTAMENTE OVALI E STAMI INSERITI NELLA COROLLA CON FILAMENTI MOLTO BREVI, PISTILLO DI CIRCA 1CM. PRODUCE BACCHE GLOBOSE DI 2-4CM ARANCIONI A MATURAZIONE.

FIORITURA
da Primavera ad Estate

COLORI NEI FIORI (perlopiù petali e corolla)
________ BIANCO
________ BIANCO-GIALLASTRO
________ GIALLOGNOLO
________ VINACCIA


DROGA UTILIZZATA
SEMI [STRYCHNI SEMEN F.U.]; CORTECCIA

PRINCIPI ATTIVI
Acido clorogenico, Acido linoleico, Acido palmitico, Acido solforico, Acido stearico, Alcaloidi, Brucina, Colina, Galattosio, Stigmasterolo, Stricnina, Tannino

TOSSICITÀ
VELENOSA O LETALE

CONTROINDICAZIONI
ERBA LETALE ! VIETATO LUSO COMUNE

AVVERTENZE
QUESTA PIANTA RIENTRA NELLA LISTA DEL MINISTERO DELLA SALUTE PER L'IMPIEGO NON AMMESSO NEL SETTORE DEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
ACIDO TANNICO
ACQUA DISTILLATA DI LAUROCERASO
ALCALI
BROMURI
JODIO
JODURI
TANNINI

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
NON UTILIZZABILE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
---NON UTILIZZABILE IN AUTOTERAPIA
!!USO OMEOPATICO


ERBE SINERGICHE
DAMIANA

NOTE DI FITOTERAPIA
Le funzioni terapeutiche sono riportate a solo titolo indicativo e non applicabili in fitoterapia. Lavvelenamento da stricnina si manifesta con convulsioni violente e la morte avviene per asfissia data dalle contrazioni spastica dei muscoli respiratori. Nel caso si presuma che la sostanza sia ancora nello stomaco occorrer eseguire la lavanda gastrica.



UTILE DA SAPERE
PIANTE PER LE DISFUNZIONI SESSUALI
"Ma che cos' un afrodisiaco? A questa domanda, secondo una ricerca condotta in Francia nel 1990, la maggior parte degli uomini ha risposto che le sostanze afrodisiache servono ad aumentare la perfomance sessuale, mentre per la maggior parte delle donne servono ad aumentare il desiderio. Qualcuno infine pensa che aumentino il piacere. Anche se differenti, ci che accomuna queste risposte la ricerca del plus jouir. La pianta ideale per il suo potere afrodisiaco sarebbe quindi quella in grado di favorire il ciclo dell'amore: desiderio, seduzione e realizzazione del piacere. Il desiderio, ad esempio, risvegliato in noi attraverso i sensi, e l'olfatto indubbiamente gioca un ruolo molto importante. Molte sostanze, da sempre considerate come afrodisiache, lo sono innanzitutto per il loro odore: pepe, tabacco, vaniglia, ylang-ylang, zenzero, zafferano, vetiver, cannella, geranio.
Fra le piante che sono considerate afrodisiache per eccellenza meritano di essere segnalate: Eleuterococco, Damiana, Ginseng, Catuaba, Suma, Epimedium, Salvia, Rosmarino, Santoreggia, Menta, Guaran, Zenzero, ecc.
Per l'azione antiastenica, infine, si ricordano: alghe (Fucus, Laminarie), bevande eccitanti (Caff, T, Mate), bevande toniche come la Rosa cherokee, cereali, frutta fresca, frutta secca, verdure (Carota, Cicoria, Crescione, Spinaci) ecc. La fitoterapia pertanto, anche se non in chiave miracolistica, pu offrire un valido ausilio, con un miglioramento notevole dei sintomi, soprattutto se inserita in una strategia di trattamento pi generale. Le piante da sole infatti non sono in grado di migliorare la sessualit di una coppia che ha occultato la propria seduzione o che, comunque, non riesce pi a comunicare: per entrare nel ciclo del piacere, infatti, bisogna poter comunicare".
Ma ora classifichiamo le piante afrodisiache in:
a) afrodisiaci spinali sacrali, quando stimolano il centro parasimpatico sacrale che controlla il meccanismo dell'erezione (Damiana, Ginseng, Yohimbehe, Noce vomica);
b) afrodisiaci riflessogeni genito-urinari, quando agiscono con azione irritante delle vie urinarie e genitali che, per riflesso, esercitano una esaltazione del centro dell'erezione (Echinacea);
c) afrodisiaci encefalici o psicogeni, quando agiscono sui centri nervosi encafalici provocando lo stimolo dell'appetito sessuale (gli eccitanti del sistema nervoso centrale).
Gli anafrodisiaci che, invece, calmano un appetito sessuale troppo intenso ed eccessivo, sintomo anch'esso di squilibrio della sfera sessuale, sono: Salice bianco, Ninfea, Luppolo e Lattuga virosa.
Tratto da: Enrica Campanini "Dizionario di fitoterapia e piante medicinali"; A.Y. Leung & S. Foster "Enciclopedia delle piante medicinali"; Marzio Pedretti "L'erborista moderno"


BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

   

ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT




Foto e Immagini
di NOCE VOMICA su