© I contenuti di questa pagina (escluse le immagini di pubblico dominio o concesse da terzi) sono di proprietà esclusiva dell'autore Alberto Tucci. Ne è vietata la copia, la riproduzione e l'utilizzo anche parziale in ogni forma.


rev. 07-05-2015

ALKEKENGI
Physalis Alkekengi L.



CLASSIFICAZIONE

Dominio: Eukaryota (Con cellule dotate di nucleo)
Regno: Plantae
Sottoregno: Tracheobionta (Piante vascolari)
Superdivisione: Spermatophyta (Piante con semi)
Divisione: Angiospermae o Magnoliophyta (Piante con fiori)
Classe: Magnoliopsida (Dicotiledoni)
Sottoclasse: Asteridae
Ordine: Solanales
Famiglia: Solanaceae

NOMI POPOLARI E INTERNAZIONALI
Palloncini, Chichingero, Lanterna Giapponese, Winter Cherry, Alkkenge Officinal, Cerises Dhiver, Cape Gooseberry

SINONIMI DEL NOME BOTANICO
Physalis edulis

HABITAT
Predilige zone ombreggiate nei sottoboschi, fino ad una altezza di 1300 - 1500 mt. Questa pianta particolarmente diffusa nel settentrione d'Italia e viene comunemente coltivata nei giardini al puro scopo ornamentale.

DESCRIZIONE BOTANICA
PIANTA ERBACEA PERENNE DI CIRCA 50 CM CON RIZOMA STRISCIANTE- FUSTI SEMPLICI- FOGLIE A PICCIOLO LUNGO E FIORI SOLITARI- ASCELLARI CON COROLLA BIANCO-GIALLINA PICCOLA. IL FRUTTO UNA BACCA ROSSA LUCIDA SFERICA CON

FIORITURA
Luglio e Agosto

COLORI NEI FIORI (perlopiù petali e corolla)
________ BIANCO
________ ROSSO-ARANCIO


DROGA UTILIZZATA
FRUTTI SENZA CALICE

ERBA ALTERNATIVA
FRASSINO

SAPORE
GRADEVOLE-ACIDULO

PRINCIPI ATTIVI
Acido citrico zuccheri fisalina (sostanza amara) alcaloide, sostanze zuccherine, olio grasso, carotenoidi e pigmenti, vitamina C (il doppio del limone)

TOSSICITÀ
BASSA

CONTROINDICAZIONI
NESSUNA CONTROINDICAZIONE ALLE DOSI TERAPEUTICHE NORMALI ECCETTO IPERSENSIBILITA INDIVIDUALE.

AVVERTENZE
IL RIZOMA E LE FOGLIE SONO TOSSICHE PER IL LORO CONTENUTO IN SOLANINA.

INTERAZIONI O INCOMPATIBILITÀ
FARMACI DIURETICI DI SINTESI

QUALITÀ DELL'EFFICACIA TERAPEUTICA
NON CONFERMATA

ORGANI INTERESSATI DALL'AZIONE FITOTERAPICA
FEGATO E VIE BILIARI
ORGANI E-O TESSUTI DI VARI DISTRETTI CORPOREI
ORGANI EMUNTORI
OSSA - CARTILAGINI - ARTICOLAZIONI
RENI
SANGUE
TESSUTO CUTANEO
TUTTO IL CORPO
VESCICA URINARIA
VIE URINARIE

PROPRIETÀ E INDICAZIONI:
ooKALIMENTO
?ARTRITE
?CALCOLOSI URINARIA RENI E VESCICA
?DIURETICO
?DIURETICO URICOLITICO
?GOTTA
?RENELLA
?REUMATISMI E DOLORI REUMATICI
?URICEMIA (IPOURICEMIZZANTE)
++AVITAMINOSI
++DEPURATIVO DRENANTE


ERBE SINERGICHE
CARDO MARIANO
MELISSA
ORTHOSIPHON
PILOSELLA

ESTRATTI:
  • Alkekengi Tisana
    Decotto: bollire 60 g di bacche in 1 lt di acqua per 5 minuti - lasciare in infuso altri 10 min. 2 tazze al giorno
  • Alkekengi Tintura Madre
    Preparata dal frutto essiccato tit.alcol.65 XL gtt 3 volte al giorno

  • NOTE DI FITOTERAPIA
    Non vi sono studi che confermano le propriet diuretiche e antiartritiche.



    FITOALIMURGIA (uso in cucina)
    Frutti (bacche):
     • canditi o ricoperti di cioccolata
     • confetture e sciroppi
     • vino di alkekengi

    I frutti sono ricercati come leccornia tuttavia bisogna prestare attenzione alla loro scelta in quanto la stessa pianta pu portare frutti dolci e frutti amari.

    UTILE DA SAPERE
    DROGHE ATTIVE SULL'APPARATO URINARIO
    Le piante medicinali ad azione diuretica, ovvero che aumentano la diuresi, sono moltissime. Il loro meccanismo d'azione non mai univoco e questo porta ad una loro difficile classificazione. Tuttavia in base alla natura del principio attivo responsabile dell'azione diuretica possiamo suddividerle in:
    a) droghe diuretiche per la presenza prevalente di saponine;
    b) droghe diuretiche per la presenza prevalente di composti flavonoidi;
    c) droghe diuretiche per la presenza prevalente di sali (potassio);
    d) droghe diuretiche per la presenza prevalente di oli essenziali.
    E' anche molto interessante, dal punto di vista terapeutico, conoscere di quali sostanze le droghe riescono a facilitare l'escrezione attraverso i reni. Cos abbiamo:
    1) Diuretici azoturici, se aumentano l'eliminazione dell'urea (Spirea olmaria, Prezzemolo, Salsapariglia, Betulla, Carciofo, Cipolla, Enula, Orthosifon, Ononide);
    2) Diuretici uricolitici, se aumentano l'eliminazione dell'acido urico e dei suoi sali (Alkekengi, Frassino, Ribes nero, Betulla, Salsapariglia, Mais, Uva ursina, Mirtillo rosso e nero, Verga d'oro, Pioppo nero gemme, Ginepro);
    3) Diuretici decloruranti, se aumentano l'eliminazione dei cloruri (Orthosifon, Ononide, Pungitopo, Finocchio, Sambuco, Ortica, Asparago, Spirea olmaria);
    4) Diuretici fosfatici e ossalici, se promuovono l'eliminazione dei fosfati e degli ossalati (Mais);
    5) Diuretici antiputridi, se possiedono una azione antisettica capace di combattere e contrastare le infezioni batteriche dell'apparato urinario (Uva ursina, Mirtillo nero e rosso, Corbezzolo, Sandalo essenza, Pioppo nero gemme, Verga d'oro, Ginepro, Lavanda, Timo).
    Tratto da: Marzio Pedretti "L'erborista moderno"

    ANNOTAZIONI
    La pianta anche ornamentale.


    BIBLIOGRAFIA E ARTICOLI SCIENTIFICI SUL WEB

       

    ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE SERVIZIOBENESSERE NO-PROFIT








    Foto e Immagini
    di ALKEKENGI su